Cic edizioni internazionali
Giornale Italiano di Psico-Oncologia

Identità femminile e cancro

Articolo Originale, 31 - 34
Contrassegna l'articolo
Abstract
Full text PDF
Ho tratto il mio articolo dall’esperienza effettuata in un anno di lavoro presso lo Sportello di Psico-Oncologia attivo presso i Servizi Sociali del Comune di Finale Ligure - Savona. Nell’articolo considero la problematica della perdita dell’identità femminile nelle donne ammalate di cancro. La violenza della malattia, ma anche delle cure, provoca, a volte, effetti catastrofici nella sfera emotivo /affettiva delle pazienti. Ho osservato il disorientamento, il panico, la frammentazione del Sé e ho potuto agire utilizzando anche lo strumento della terapia di gruppo. Durante l’anno trascorso presso lo Sportello, si è costituito un gruppo di donne ammalate di cancro che si auto-sostiene e cura, con effetti decisamente positivi e curativi. In coerenza con la mia impostazione teorica psico-dinamica, descrivo le modalità consce e inconsce di cui si sono avvalse le donne da me osservate per affrontare tale problematica. Ho utilizzato la metafora: "La scatola delle meraviglie", tratta da "Il tipo femmina" di Lou Andreas Salomè per descrivere le potenzialità femminili specificamente nella ristrutturazione del proprio Sé, durante la malattia cancro. Mi sono soffermata su tre casi clinici significativi di donne a contatto con la malattia neoplastica: tre vissuti diversi e tre modalità di interpretare e vivere il periodo a contatto con la malattia.
credits